Primavera del Prosecco Superiore

MOSTRE : FOLLINA - dal 22/05/2020 al 02/06/2020

SULLE NOTE DEL PROSECCO SUPERIORE DOCG

A Follina giunge alla quinta edizione la Mostra del Prosecco Superiore DOCG. Quest'anno l'evento si terrà, in collaborazione con la Pro Loco, presso la sede della Secolare Sagra di Pentecoste, in località Marcita, all'entrata sud del paese. Il Palazzo Barberis, che sarà visitabile, ospiterà alcune manifestazioni, all'insegna dell'arte, della cultura e del paesaggio.

DOVE

c/o Sede Pro Loco di Follina in Piazza G. Marconi, 14 a Follina

ORARI APERTURA

Inaugurazione: 22/05/2020 - ore 18.30

Venerdì 18.00 - 23.00
Sabato 17.00 - 23.00
Domenica e festivi 10.00 - 23.30

Lunedì 01 giugno 17.00 - 23.00

PIATTO TIPICO

Pit in tecia con patate e polenta

FOLLINA

Follina è uno di quei paesi delle Colline del Prosecco da non perdere: con i suoi palazzi storici, gli antichi luoghi di culto e i sentieri naturalistici da cui è percorso è una tappa d’obbligo nella Marca Trevigiana.
Nel cuore del borgo si trova l’Abbazia cistercense di Santa Maria, grande opera architettonica che arricchisce il patrimonio artistico e spirituale di Follina. Fondata nel 1146, fu un’importante snodo della cultura cistercense e per la storia cittadina: costruì mulini per macine e lanifici, bonificò la zona tra Piave e Livenza e raggiunse esiti notevoli nell’arte monastica consegnandoci capolavori come il chiostro terminato nel 1268. Al suo interno sono presenti numerose opere d’arte ed è stata da poco aperta una foresteria per accogliere pellegrini e turisti.
Da non perdere sono anche il centrale Palazzo Barberis Rusca, costruito nella seconda metà del 600, il Castelletto Brandolini, fatto costruire da Giulio Camillo Brandolini sempre nel 1600, il Sacrario austro-ungarico adiacente al cimitero, le sorgenti carsiche di Santa Scolastica e il Maglio in Via Paoletti risalente alla seconda metà del XV secolo.
Situato nel cuore delle colline del Prosecco, sono molti i percorsi naturalistici che partono od attraversano Follina, come il Sentiero della Fiadora, detta anche Via dell’acqua, interessante percorso che costeggia l’omonimo ruscello che in passato alimentava il vecchio lanificio del palazzo Barberis-Rusca e l’Abbazia.
Nel confinante paese di Cison di Valmarino è possibile visitare CastelBrando, raffinato castello medievale che costituisce un particolare esempio di riqualificazione del patrimonio storico-artistico e uno dei castelli più grandi d’Europa.

LE NOSTRE VIE

Torna su